My Way: la radio che parla di Salute Mentale - Gruppo Polis

Dal blog di Gruppo Polis

Le storie, gli eventi, le notizie raccontano il nostro impegno
News

My Way: la radio che parla di Salute Mentale

“Immaginatevi seduti ad un tavolo insieme ad altre persone. Siete liberi di proporre una canzone che vi fa sentire bene. Immaginatevi ora di ascoltarla. Al termine di questa le persone presenti esprimono le emozioni che hanno provato. Spiegherete loro cosa vi connette a quel brano. Sono momenti speciali perché la musica li rende tali. Lontani dai soliti pensieri, più vicini alle persone attraverso la condivisione di alcuni pezzi della vostra vita”
Sono queste le parole con cui Isacco racconta Radio My Way.
Isacco è un educatore della Comunità terapeutica Riabilitativa Protetta “La Meridiana” e My Way è il progetto di cui si prende cura insieme a Noemi. È soprattutto grazie a lei che oggi questa realtà esiste: l’ha proposta durante la sua esperienza di volontariato SCN. Entrambi lavorano con passione insieme agli ospiti della comunità, i veri redattori e protagonisti della web radio.
Una web radio, nata sull’immaginario del progetto “La Colifata” (1991) fondata a Buenos Aires dallo psichiatra Alfredo Olivera, per dare voce attraverso musica e parole ai percorsi di riabilitazione: amicizie, sentimenti, sensazioni, preoccupazioni, traguardi, tutto racchiuso in mezz’ora di podcast circa ogni settimana.

Un canale per raccontare al pubblico come si vive all’interno della comunità, per superare ogni tabù che esiste ancora intorno al tema della salute mentale, ma anche un’attività terapeutica per i partecipanti stessi.

“Emerge preponderante la necessità di lavorare sullo stigma della salute mentale” prosegue Isacco “e di costruire percorsi volti al benessere psicofisico dell’individuo. Il gruppo web-radio “My way”, posando le sue basi sulla motivazione e gli interessi di ciascun partecipante, vuole lavorare sull’incremento delle abilità cognitive interpersonali e intrapersonali. Si può notare, infatti, che gli utenti/redattori da un lato necessitano di un allenamento cognitivo costante per mantenere buone le proprie abilità cognitive e dall’altra di lavorare sul riconoscimento delle proprie emozioni e nella relazione con l’altro. Il tutto svolto con modalità d’intervento informali che aiutano la libera e volontaria espressione dell’individuo”

Radio My Way si presenterà e si racconterà giovedì 7 ottobre al Centro Culturale San Gaetano, in occasione del progetto “Diversamente. Emozioni, arte e cultura per la Salute Mentale.”


Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.
Ok Leggi di più