Casa Adele: un nuovo rifugio per le donne vittime di violenza dedicata ad Adele Bei - Gruppo Polis

Dal blog di Gruppo Polis

Le storie, gli eventi, le notizie raccontano il nostro impegno
News

Casa Adele: un nuovo rifugio per le donne vittime di violenza dedicata ad Adele Bei

Da poche settimane, per rispondere alle diverse segnalazioni, è stata aperta Casa Adele, la nostra seconda casa rifugio per donne vittime di violenza e i loro figli e figlie minori.

Dopo Casa Viola, dedicata a Franca Viola la prima donna in Italia a rifiutare il matrimonio riparatore dopo una violenza sessuale, anche questa struttura l’abbiamo dedicata a una donna: Adele Bei, politica e sindacalista, una delle madri costituenti della nostra Costituzione italiana, che ha dedicato la sua vita ai diritti delle donne e delle lavoratrici.

COSA SONO LE CASE RIFUGIO
Le Case rifugio sono strutture di accoglienza a indirizzo segreto che offrono alle donne vittime di violenza e ai loro bambini e bambine un alloggio protetto e un percorso di accompagnamento all’inserimento lavorativo e abitativo. L’obiettivo principale delle Case rifugio é dotare la donna degli strumenti per poter trovare le risorse, la forza e la determinazione per autosostenersi e autorealizzarsi.

Nelle nostre due case rifugio (Casa Viola e Casa Adele) possiamo ospitare fino a 10 donne con figli e figlie minori. Qui vengono seguite e supportate da un équipe di professioniste che le affianca nello svolgimento di alcune attività:
• ricerca di lavoro con finalizzazione del Curriculum Vitae, ricerca di agenzie del lavoro, corsi di lingua, colloqui, etc
• ricerca di una casa, analisi per la soluzione migliore adatta alla persona o al nucleo
• Aiuto e sostegno scolastico ed extrascolastico per bambini in età scolare (con l’aiuto di
volontarie).

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.
Ok Leggi di più