favolosi animati940

Favolosi Animati

Polis Nova realizza attività e iniziative pensate per i bambini della scuola primaria e secondaria.

Attraverso queste attività si raccontano ai più piccoli le diverse accezioni della disabilità e della diversità in genere, per imparare a conoscerle e a non averne paura, per prevenire giudizi e stereotipi, per contrastare i primi fenomeni di bullismo e cyberbullismo, per diffondere la cultura del rispetto.

Attività proposta dalla 1^ alla 4^ elementare

All’interno del Centro Diurno Mosaico operatori e persone con disabilità, danno vita ad una “lettura animata”, una favola che racconta il valore della diversità e l’importanza dell’essere unici e speciali. Al termine del racconto, i temi presentati nella storia vengono affrontati con i bambini, facendo emergere le loro esperienze e i loro punti di vista. In ne ognuno di loro realizzerà, con l’aiuto di utenti e operatori, una piccola creazione artistica a ricordo dell’esperienza.

Attività proposta dalla 5^ elementare alla 3^ media

Attraverso la visione di video e le testimonianze dirette di alcuni nostri utenti, gli operatori del Centro Diurno Mosaico raccontano alle classi coinvolte gli ostacoli quotidiani che si trovano ad affrontare le persone con disabilità, e le potenzialità che ogni giorno riescono a far emergere. L’incontro si conclude con un momento di scambio e di ri essione con gli alunni e con la possibilità di svolgere attività nei laboratori del Centro Diurno in collaborazione con gli utenti.

Alcune testimonianze

“Inizialmente gli alunni avevano volti curiosi e un po’ increduli come in tutte le nuove esperienze, che muovono emozioni diverse…Quando ci siamo congedati quei volti erano diventati sorridenti e i corpi leggeri: l'incontro, la condivisione e gli spunti dati per riflettere avevano e hanno lasciato un segno positivo.” (Maestra Nicoletta, Istituto Comprensivo Statale F. Petrarca)

“Quando vengono i bambini delle scuole, anche i giorni precedenti c’è curiosità e fermento: alcuni utenti si informano sulla classe e scuola in arrivo, altri sul numero e il nome delle maestre.  Giuseppe e Marco, per esempio, sono eccitati per la visita e all’arrivo degli alunni, già all’ingresso, li salutano presentandosi con stretta di mano a tutti.” (Operatore Polis Nova)

“All’inizio pensavo che fosse un edificio grigio, triste, cupo, ma quando sono entrata, sono rimasta allibita a vedere tutti quei colori, tutta quell’allegria, la bellissima accoglienza che ci hanno dato.” (Giulia - Scuola Primaria Lambruschini, classe 5A B)

“Il secondo video parlava di un disabile che non aveva le braccia e le gambe ma aveva un piccolo piede. Io mi sono un po’ impressionata e provavo pena per lui, ma lui, nonostante avesse delle disabilità, era felice e non si è arreso ed ha continuato ad andare avanti e faceva il motivatore.” (Martina, Scuola Primaria Lambruschini, classe 5A B)

“Poi siamo passati alla sala dove dipingono, facevano quadri in vari modi e coloravano tazze, brocche e piattini; vorrei saper fare anch’io quei capolavori!” (Carlotta, Scuola Primaria Lambruschini, classe 5A B)  

“Una cosa che mi ha colpito molto è che delle persone che non riescono per esempio a prendersi il piatto vengano aiutate da delle persone come loro, solo con meno difficoltà.” (Leopoldo, Scuola Primaria Lambruschini, classe 5A B)