A chi si rivolge

SoStare è una soluzione particolarmente adatta ai giovani nella fascia d’età tra 18 e i 35 anni con disabilità intellettiva lieve e inseriti possibilmente in percorsi di integrazione lavorativa. Ma il progetto è rivolto anche a chi vuole vivere un’esperienza di volontariato in un ambiente giovane e aperto a nuove proposte, dove poter mettere in campo le proprie competenze sociali e relazionali, ma non solo: anche artistiche, culturali o di altri ambiti.

Bisogno a cui risponde

SoStare è un appartamento, uno spazio di aggregazione socio-educativo dove i ragazzi con disabilità possono acquisire maggiore consapevolezza di sé e sviluppare abilità strumentali (“saper fare”) o relazionali al di fuori dell’ambito familiare, con l’obiettivo di misurarsi con le proprie capacità in ambito domestico e relazionale per comprendere cosa potrebbe significare concretamente il “vivere da soli”.

SoStare risponde al bisogno naturale dei ragazzi con disabilita’ di fare esperienze nuove, stimolanti, ricche di relazioni, incontri e nuove conoscenze, alla pari dei loro coetanei, oltre che di sperimentare una forma concreta di autogestione del tempo libero nella quale esprimere le loro preferenze e i loro desideri in modo libero davvero, dove le relazioni possano essere alla pari e ciascuno abbia la possibilità di avere un proprio spazio, misurandosi con gli altri.

 

Modalità di accesso

SoStare modalità di accesso
SoStare modalità di accesso

La richiesta di inserimento nel progetto va formulata all’educatore responsabile del progetto.

Successivamente avviene un colloquio di conoscenza tra l’educatore responsabile, la psicologa referente (dott.ssa Debora Leardini), l’utente e i familiari se presenti.

 

In seguito, se l’utente è ritenuto idoneo all’inserimento nel gruppo, viene stipulato un contratto tra soggetto privato e cooperativa.

Alcuni utenti sono già conosciuti dal Gruppo Polis in quanto frequentanti il Centro Diurno Mosaico durante il giorno: in questo caso, essendo persone già conosciute, non è necessario il colloquio di conoscenza.

L'approccio

SoStare utilizza la metodologia dell’apprendimento esperienziale peer to peer, cioè la condivisione dei saperi e delle abilità per stimolare i partecipanti a sviluppare capacità sociali e relazionali in piccoli contesti di gruppo (massimo 4/5 partecipanti). Il progetto vuole inoltre lavorare con il territorio e creare occasioni di dialogo e socializzazione con i condomini e con agli abitanti del quartiere Montà, in una logica inclusiva.

La metodologia

Il progetto coinvolge due operatori che hanno il compito di facilitare le dinamiche del gruppo sviluppando due temi principali:

  • la gestione positiva e autonoma del proprio tempo libero;
  • la sperimentazione delle proprie abilità in ambito domestico (appartamento) in un ottica di sviluppo futuro dei gruppi appartamento per le persone con disabilità intellettiva.

Attività svolte dagli utenti a SoStare

La finalità del progetto è passare del tempo insieme arricchendosi di nuovi stimoli e interessi, con la presenza costante di un operatore, ma senza un progetto educativo al quale doversi attenere.

Le attività prevedono il coinvolgimento dei partecipanti in piccoli gruppi di apprendimento che si ritrovano a settimane alterne e vengono supportati da operatori qualificati.

Tre giorni alla settimana, il lunedì, il martedì e il giovedì, i gruppetti formati si ritrovano a SoStare al pomeriggio per le attività laboratoriali e solitamente si fermano anche a dormire la sera. I fine settimana sono dedicati al riposo e quindi alla libera gestione del proprio tempo da parte dei ragazzi. In tutti i casi un operatore si ferma sempre a dormire in appartamento.

Le attività possono essere:

Domestiche
imparare a cucinare, pulire l’appartamento, fare la lista della spesa, andare al supermercato, gestire la raccolta differenziata della spazzatura.

Personali
riguardano il singolo individuo: lavarsi, vestirsi ed auto-gestirsi.

Di condivisione
cucinare, mangiare insieme, riposarsi al bisogno, svolgere attività ludiche o uscite di gruppo ed eventualmente passare la notte insieme per un week end fuori casa.

Descrizione della struttura

Il servizio prevede l’utilizzo di un appartamento ubicato in una piccola e tranquilla zona residenziale del quartiere Montà, a Padova. Ha una fermata dell’autobus e un supermercato molto vicini, per agevolare l’autonomia degli ospiti. L’appartamento è di circa 135 mq ed è composto da soggiorno, cucina, 1 camera doppia, 1 camera singola, 2 bagni e una grande terrazza.

Servizi presenti

Posti letto

Pasti

Lavanderia

Trasporto

Operatori presenti 24h

Elevatore sollevamento
per persone con disabilità

Bagno assistito

Testimonianze

Progetto sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese

Filtra per

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.
Ok Leggi di più