A chi si rivolge

I destinatari sono persone adulte in stato di disagio (disabili psichici, psicofisici e persone con problematiche psichiatriche) prive di nucleo familiare o per le quali sia impossibilitata la permanenza nel nucleo familiare, sia temporaneamente sia permanentemente.

Modalità di accesso

Abitare il tempo modalità di accesso

Gli utenti possono essere inseriti attraverso una delle seguenti modalità:

  • per invio da parte del Servizio per la disabilità adulta e non autosufficienza dell’Ulss 6 Euganea
  • per invio da parte dei servizi sociali comunali,
  • per richiesta diretta dell’interessato, dei familiari, di amministratori di sostegno o tutori
  • per invio da parte di altri servizi socio-sanitari.

 

L’iter di inserimento prevede la conoscenza dell’utente da parte dello staff educativo della cooperativa (coordinatore educativo e psicologa), a cui deve essere presentata la richiesta. Nel caso in cui a fare la richiesta sia un operatore pubblico, la procedura prevede che si definisca l’inserimento secondo l’iter descritto nell’accordo contrattuale di riferimento. Solitamente è l’assistente sociale dell’unità disabilità che gestisce queste prime fasi, dalla segnalazione e conoscenza dell’utente fino alla definizione della data di inizio dell’inserimento.

L’autorizzazione formale ad iniziare la frequenza presso il servizio richiesto proviene dal responsabile della direzione dei servizi sociali.

In caso di richiesta diretta da parte di soggetto privato l’iter prevede la stipula di un accordo tra soggetto privato e cooperativa firmato dal Coordinatore generale della cooperativa

Dalla data di inizio dell’inserimento viene avviato periodo di osservazione di 3 mesi in cui l’equipe degli operatori, con la supervisione di psicologa e coordinatore educativo, valuta se la struttura è in grado di rispondere ai bisogni dell’utente e se questa fase si completa positivamente l’inserimento viene considerato definitivo.

Per ogni utente viene formulato annualmente da parte dell’equipe della Cooperativa (operatori, Responsabile di Unità Operativa, Psicologa) un Progetto Individualizzato, condiviso con l’utente e, ove possibile, con i familiari. Esso si prefigge un piano di intervento, con obiettivi educativo riabilitativi volti alla crescita e al benessere dell’utente condivisi con l’utente stesso e i suoi familiari.

Descrizione della struttura

La Comunità Alloggio è composta da 2 nuclei: uno da 10 posti letto e uno da 4 posti letto.
La casa si sviluppa su tre piani. I tre livelli sono tra loro collegati da una scala e da un ascensore dimensionato per le persone con disabilità.
Spazi comuni – Nell’atrio di ingresso si trovano la reception, il disimpegno che introduce ai locali riservati alle attività, un servizio igienico con antibagno, il soggiorno comunicante con la sala da pranzo. Attigua a quest’ultima si trova la cucina e una zona lavaggio. Annessi alla cucina si trovano i locali tecnici quali la dispensa, lo spogliatoio per il personale, il bagno e l’antibagno di servizio.

NUCLEO 1

Piano Terra e Primo Piano: al piano terra si trova una stanza doppia con bagno dimensionato per persone con disabilità; salendo al primo piano si trovano 4 stanze doppie di oltre 18 mq, 2 stanze singole con superficie di 12 mq, 4 bagni (di cui due dimensionati per persone con disabilità). Si trovano inoltre un ripostiglio, un locale per il personale in servizio nelle fasce notturne, uno spogliatoio per gli addetti.

NUCLEO 2

Piano secondo: vi si trovano 2 stanze doppie con superficie di oltre 18 mq ed un bagno dimensionato per persone con disabilità. Inoltre, un locale lavanderia e un ripostiglio.

Servizi

Posti letto

Pasti

Lavanderia

Trasporto

Operatori presenti 24h

Elevatore sollevamento
per persone con disabilità

Bagno assistito

Filtra per

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.
Ok Leggi di più