Schermata 2018 03 08 alle 11.10.19

"Guardami" una rassegna per celebrare la rinascita delle donne dopo la violenza

Inserito il 08/03/2018 | 0 Commenti

A partire dal 9 marzo Gruppo Polis dà avvio alla rassegna culturale "Guardami. Sguardi sul tema della violenza e della rinascita", un viaggio che ci porterà in diversi Comuni della provincia di Padova con mostre fotografiche, opera di street art e proiezioni cinematografiche sul tema della violenza sulle donne e della rinascita dopo il trauma.

In Veneto 1 donna su 3 è stata vittima di violenza nella propria vita: violenza fisica, sessuale, psicologica oppure economica. Un fenomeno assolutamente trasversale, esteso a ogni età, nazionalità ed estrazione sociale. Eppure solo il 12% delle vittime ha trovato il coraggio di denunciare, spesso per vergogna o per senso di colpa, a volte per paura delle conseguenze o di non essere creduta.

"Guardami" vuole lanciare un segnale forte: non nascondiamoci, non temiamo il giudizio, la violenza non va nascosta e sottaciuta, va condannata e denunciata. Le donne vittime di violenza necessitano un sostegno e un supporto adeguato per aiutarle a rinascere, talvolta a salvarsi la vita.


La prima tappa di Guardami sarà nel Comune di Albignasego, ecco il programma delle iniziative:

DAL 9 AL 24 MARZO // TRIP: MOSTRA FOTOGRAFICA DI DEBORA LEARDINI
Biblioteca di Villa Obizzi, Albignasego

Un progetto di sensibilizzazione sul tema della violenza di genere e della possibile, sperata rinascita delle donne che ne fanno esperienza nel corso della propria vita. Un viaggio dal buio del bosco verso il mare e la luce.

VENERDÌ 9 MARZO ORE 18:30 // INAUGURAZIONE TRIP
Villa Obizzi, Albignasego

Aperitivo gratuito offerto dal Birrificio Antoniano

VENERDÌ 23 MARZO ORE 20:45 // PROIEZIONE GRATUITA E A INGRESSO LIBERO DI “DI GENERE UMANO”, documentario di Germano Maccioni
Sala Verdi di Villa Obizzi, Albignasego

Nato dall’esperienza del Seminario “La violenza contro le donne” del Corso di Laurea in Filoso a di Bologna, “Di genere umano” miscela poeticamente voci e volti di intellettuali, studenti e cittadini, con lmati d’epoca, riprese della città, dialoghi di bambini. Un concerto di punti di vista che parla al cuore.

La proiezione è organizzata in collaborazione con Euganea Movie Movement.